giovedì 22 marzo 2012

Mattia Cigalini a Bergamo

Dopo un 2011 ricco di soddisfazioni con la pubblicazione del suo secondo album, “Res Nova” – una suite interamente composta da Mattia,  i concerti all’European Jazz Expo e a Umbria Jazz, il tour di novembre ed il secondo posto come Miglior Nuovo Talento nel Top Jazz 2011 della rivista Musica Jazz,  il 22enne sassofonista piacentino Mattia Cigalini  presenta il suo nuovo progetto a Bergamo Jazz 2012, domenica 25 marzo all'Auditorium di Piazza Della Libertà.


Si tratta di una rivisitazione di brani pop contemporanei portati al successo da Shakira, Jennifer Lopez, Rihanna, Black Eyed Peas, Katy Perry e Lady Gaga, assieme a nuove composizioni di Mattia. 
Il progetto vedrà Mattia accompagnato in trio da Riccardo Fioravanti al basso elettrico e Stefano Bagnoli alla batteria.
Rispettando la melodia originale dei brani pop, il trio li affronta con improvvisazioni di stampo moderno e con sonorità accattivanti, con una ritmica ora dilatata e quasi psichedelica, ora incalzante e decisamente rock. 
Ho sempre desiderato rivolgere la mia musica ai giovani, ed ai miei coetanei. Questo desiderio si è potuto finalmente concretizzare in questo progetto musicale, dedicato ad uno dei generi musicali che, in quanto giovane, amo di più. Una musica giovane, quindi, ma rivolta a tutte le età".
Nato nel 1989, Mattia Cigalini inizia ad esibirsi all'età di 12 anni e insegna musica dall'età di 15. A parere unanime della critica europea specializzata, uno dei più grandi talenti della nuova generazione di musicisti.
Diplomato in sassofono classico presso il Conservatorio "G. Nicolini" di Piacenza con il massimo dei voti, ha vinto numerosi premi e concorsi internazionali tra cui il Premio Nazionale Luciano Zorzella come "Migliore nuovo talento" e il Premio Internazionale Massimo Urbani.
All'età di 19 anni registra il suo primo album da leader: "Arriving Soon" (Dejavu/Norma Blu) commissionato dal colosso giapponese Pony Canion, con Tullio De Piscopo, Fabrizio Bosso, Andrea Pozza e Riccardo Fioravanti. 
"Arriving soon" è stato premiato da una giuria di critici e giornalisti come uno dei migliori album jazz del 2010 nell'ambito dei Jazzit Award 2010. ("100 Greatest jazz Album"). 
E' stato premiato inoltre nell'ambito del Top Jazz 2010 nella sezione "Migliori nuovi talenti", dove si classifica 4° su oltre 80 artisti. Recensioni entusiastiche sono arrivate anche dalla rivista francese Jazz Hot. La rivista giapponese Swing Journal lo colloca al 12° posto nella classifica mondiale dei dischi jazz dell'anno, tra Pat Metheny e Chick Corea e , primo tra gli italiani. 
È stato ospite di numerose trasmissioni televisive RAI.
In ottobre del 2009 compie la prima tournèe in Giappone, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica. 
Dal 2010 è Endorser Ufficiale dei saxofoni Yamaha, marchio che rappresenta a livello internazionale.
Attualmente è docente di Sassofono Jazz presso l'Accademia del Suono di Milano e collabora con i più grandi musicisti italiani e internazionali, esibendosi nei Festivals e teatri più importanti in Italia e all'estero.
Nel 2011 pubblica il secondo album Res Nova, con Yuri Goloubev, Toni Arco e Mario Zara. Il disco è una suite interamente composta da Mattia, che riceve unanimi consensi e lo porta a suonare per la prima volta a Umbria Jazz.

1 commento: