sabato 24 marzo 2012

Dado Moroni Trio con Alvin Quinn a Genova

Domenica 25 marzo alle 21 torna il grande jazz a La Claque di Genova. 


In un club di New York un Americano, un Siciliano e un Genovese... Sembra proprio l'inizio di una storiella, di quelle che si raccontano al bar...invece è l'inizio di una collaborazione musicale che dura da parecchi anni e miete successi in tutto il mondo. L'Americano è il batterista Alvin Queen, storica figura del Jazz, un uomo che ha contribuito in modo fondamentale allo sviluppo del linguaggio percussivo, grazie alle straordinarie doti di swing, tecnica e incredibile energia. Pupillo dei grandi Elvin Jones e Art Blakey, il suo drumming ha accompagnato vere e proprie leggende della musica da George Benson, John Coltrane, George Coleman a Dizzy Gillespie e Charles Tolliver fino ad arrivare ad essere il punto di forza del trio di Oscar Peterson. Uomo dai mille talenti, Alvin Queen è anche produttore discografico, leader di coinvolgenti gruppi propri e talentuoso fotografo. 
Nel 1983 conosce il pianista Dado Moroni, il Genovese, allora poco più che ventenne, e da quel momento nascono un'amicizia e una collaborazione che li portano assieme sui palcoscenici di tutto il mondo. Dado è un musicista istintivo, generoso, swingante e il suo pianismo è sempre pervaso dal fortissimo senso del blues e queste qualità inevitabilmente lo portano ad essere il pianista europeo più richiesto dai giganti afroamericani fino a trasferirsi poi a New York negli anni 90. Lavora con Freddie Hubbard, Kenny Clarke, James Moody, Ron Carter, Ray Brown, Wynton Marsalis e molti altri. 
Poi, grazie ad un amico comune, Dado conosce il Siciliano della storiella, il bassista Marco Panascia che all'inizio del 2000 si era trasferito negli USA. Marco è un musicista straordinario: è un virtuoso del contrabbasso, dotato di grande senso del ritmo, eleganza, swing portentoso e grande cultura musicale. In pochi anni diventa uno dei musicisti più richiesti sulla scena americana suonando con Joe Lovano, Herbie Hancock, Kenny Barron, Quincy Jones, Seamus Blake e bastano poche note insieme con Alvin e Dado, sul palco del Kitano Jazz Club a Park Avenue, per dar vita ad una collaborazione fantastica. 
I tre suonano una musica fresca, gioiosa, coinvolgente, dolcissima e aggressiva al tempo stesso, piena di idee e divertimento. Tutte le qualità fondamentali di un jazz moderno ma fermamente ancorato alle grandi radici dei loro antenati. 

Nessun commento:

Posta un commento